| |
CONCERTO VERDE
prima mondiale, 19 giugno 2019
Teatro Coliseo, Buenos Aires
CONCERTO VERDE

Dopo Concerto Azzurro per piano e orchestra dedicato al chakra della gola e quindi dell’espressione, il pianista-compositore italiano Stefano Bollani ha creato un altro concerto di stampo classico: Concerto Verde per pianoforte e orchestra da camera; verde come il centrale quarto chakra del cuore e quindi dell’amore.


Mentre l’orchestrazione di Concerto Azzurro era a cura del compositore-direttore d’orchestra Paolo Silvestri, con Concerto Verde - per la prima volta - è Bollani stesso l’autore di tutta l’intera partitura, che presenta momenti di disobbedienza alle regole che vogliono il pianista obbligato a stare dentro una partitura precisissima e immutabile.

Concerto Verde prevede diversi passaggi d’improvvisazione, affidati ad un vero e proprio piano jazz trio che comprende il bassista argentino Juan Pablo Navarro e il giovane batterista fiorentino Bernardo Guerra (gia’ complice di Bollani nel gruppo Napoli Trip e all’interno dell’organico di Concerto Azzurro).


Concerto Verde, che attinge anche al mondo del tango e ad altre musiche folkloriche dell’Argentina, è articolato in quattro movimenti, ciascuno dei quali presenta un suo proprio distinto carattere di motivi e ritmi, e come vuole la tradizione classica, il terzo movimento, lo “scherzo” musicale, spicca per la sua allegra giocosità, che riflette al meglio la creatività briosa di Bollani.


Con Concerto Verde Stefano Bollani ha creato un inno all’amore; all’amore tout court, ma anche all’amore per la musica.

Stefano Bollani - Concerto Verde per pianoforte e camera d’orchestra
Durata: 25-30'
Compositore: Stefano Bollani
Prima mondiale 19 giugno 2019 al Teatro Coliseo, Buenos Aires, Argentina
Orchestra: Orquesta Sin Fin
con la partecipazione di 
Juan Pablo Navarro al contrabbasso e Bernardo Guerra alla batteria
Direttore d'orchestra:  Exequiel Mantega